5 Gennaio 2016 Paolo Giuseppe Bianchi

Samurai Lab per manager

Samurai Lab per manager. Formazione esperienziale.

Samurai Lab per manager. Un corso Umaniversitas 2016. La formazione esperienziale si spinge ad utilizzare tecniche molto antiche che, nella loro praticità, avevano lo scopo di formare la casta dominante del Giappone: i samurai. Scopri di più.

Samurai Lab per manager è una metodologia che negli anni si è rivelata particolarmente efficace  per:

  • sviluppare gruppi coesi nel ricercare e aumentare la responsabilità personale e di gruppo
  • creare motivazione continua nel raggiungimento degli obiettivi.

Samurai Lab per ManagerPerché Samurai Lab per manager? Di fronte ai tanti format di formazione esperienziale la scelta è spesso ardua. Gli orientamenti che generalmente si assomigliano un po’ tutti, ma alcuni sono veramente unici nel loro genere.

È il caso di Samurai Lab per manager dove la formazione esperienziale si spinge ad utilizzare tecniche molto antiche che, nella loro praticità, avevano lo scopo di formare la casta dominante del Giappone: i samurai.

Perché Samurai Lab per Manager? Perchè mai un manager dovrebbe dedicarsi a studiare le tecniche di addestramento degli antichi samurai in un ambito di formazione aziendale?

Le risposte sono molteplici e le finalità e gli obiettivi in termini aziendali altrettanto.

Prima di tutto il mercato richiede persone sempre più competitive: non bastano più le conoscenze tradizionali o la voglia di fare: serve carattere, decisione, spirito di adattamento e soprattutto dedizione. Il manager di oggi deve affrontare ogni giorno diverse battaglie: con i concorrenti, con i prezzi, con la qualità, con i colleghi. Proprio come un antico samurai medievale. Di questo si occupa Samurai Lab per Manager.

C’è poi la formazione caratteriale al gruppo che va tenuta in grande considerazione. Solo nei momenti di stress si è in grado di valutare la propria capacità di adattamento e soprattutto di resilienza. Gli antichi samurai ne erano consapevoli e per questa ragione avevano un addestramento continuo sia alla resistenza fisica che a quella psicologica.

La formazione Samurai Lab per Manager diventa interessante per tutte queste ragioni.

Fin dall’inizio il partecipante è immerso nel mondo e nella logica degli antichi samurai. Apparentemente sembra un mondo distaccato e lontano, ma le analogie e i punti in comune sono tantissimi ad incominciare dalle dinamiche di gruppo. La società giapponese era molto verticistica e richiedeva alle classi più alte, tra cui i samurai, una maggiore attenzione e disciplina. A tutti era richiesto grande sforzo. Il senso del dovere era così innato che si era dediti fino alla morte pur di compierlo con onore.

Nella formazione esperienziale Samurai Lab per Manager questi temi vengono analizzati e attualizzati. Parole come attenzione, comprensione, disponibilità, flessibilità sono frequenti nei momenti d’aula soprattutto nelle parti pratiche dove si prova a maneggiare una katana da addestramento (spada in legno).

Perché la spada del samurai?

La spada rappresentava e rappresenta l’anima stessa del samurai, la portava sempre con sé e anche quando dormiva la teneva sempre a portata di mano come qualcosa di prezioso. È difficile parlare a dei manager di cosa sia la propria anima nell’impresa in cui sono chiamati ad operare e solo provando a maneggiarne una hanno l’idea di cosa significhi estrarla, colpire, usarla per difendersi. Infatti nella vita aziendale non sempre vale la pena combattere campagne inutili o che non portano a niente, ma quando questo è necessario occorre “metterci proprio tutta l’anima”, dimenticando anche se stessi per il bene del proprio gruppo e della propria impresa.

È una dedizione ormai scomparsa che spesso durante la formazione esperienziale Samurai Lab per Manager  emerge con forza dimostrando la necessità del manager ad avere responsabilità più riconosciute e poteri più chiari. La logica vincente che si dimostra nella formazione esperienziale Samurai Lab per Manager è quella di arrivare agli obiettivi richiesti in gruppo, evitando di abbandonare compagni lungo la strada, anzi trovando per i più deboli mansioni, scopi e logiche che aiutino il gruppo nella crescita e senza delle quali sarebbe impossibile arrivare.

Tutto ciò ha senso se nel gruppo nascono e vengono coltivati valori fondamentali come l’onestà, la dedizione, l’onore, la compassione e la fedeltà ai principi: valori apparentemente desueti ma che nella formazione esperienziale Samurai Lab per Manager assumono un potere unico per forgiare i nuovi samurai di oggi.

Non serve combattere se prima non si sono delineati questi caratteri lavorando in gruppo, muovendosi ed operando in armonia non solo con se stessi, ma anche con gli altri e verso l’ambiente circostante, in un piano più ampio dove la logica diviene “cosmica”.

Obiettivo troppo alto o troppo ambizioso scollegato dalla realtà di tutti i giorni? No, assolutamente perché non esiste niente di più pragmatico che formare alla costruzione di ideali raggiungibili, di creatività possibili, di responsabilità condivise proprio perché parte di tutti.

Il piano strategico che emerge nella formazione esperienziale Samurai Lab per Manager  è sperimentare il senso della ricerca personale e per il gruppo verso una perfezione che esula dall’esteriorità perchè ha forma e contenuto allo stesso tempo, che va dritta verso l’obiettivo e come una spada lo trapassa.

Muoversi in uno spazio tutti insieme, gridare prima di colpire l’avversario e imparare a non sottovalutarlo, ma nemmeno a sopravvalutarlo restando in un piano realistico è ciò che si può sperimentare nella formazione esperienziale Samurai Lab er Manager: basta eseguire gli esercizi proposti in progressione e vedere come imparare a padroneggiare le proprie abilità e metterle a servizio degli altri.

Mai come ora servono uomini abili che sappiano fare scelte forti e le sappiano perseguire con fiducia e spirito di corpo:

Samurai Lab per Manager  è una formazione esperienziale che fa riflettere molto forgiando e lasciando un segno indelebile: si può essere sempre samurai, in ogni gesto, in ogni momento vincendo battaglia dopo battaglia la paura più grande che è quella di perdere o perdersi.

per approfondire

Samurai Lab: come sconfiggere lo stress

Agisci ora

Contatta Umaniversitas per una consulenza gratuita di 30 minuti per comprendere come integrare Samurai Lab per Manager nei processi formativi della tua Azienda.

Richiedi informazioni Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail , ,

Paolo Giuseppe Bianchi

Nella mia vita professionale continuano ad accompagnarmi grandi passioni. La prime sono quelle dell’antropologia clinica (sono stato allievo dello psicopedagogista israeliano e quasi premio nobel per la pace Reuven Feuerstein) e dell’antropologia delle organizzazioni alle quali continuo a dedicare molta parte del mio tempo e studio. Queste mi permettono da una parte di sviluppare approcci dinamici e sicuri soprattutto nella relazione di aiuto che offro da almeno venticinque anni come Counselor, Formatore e Formatore Esperienziale, ma anche di svolgere ricerca e applicazioni a vari livelli nell’ambito delle medicine integrate, delle bioterapie e delle discipline bio-naturali. Le mie altre due altre grandi passioni sono la Regola benedettina, che per me è fonte inesauribile di idee e soluzioni, e le arti marziali, che pratico non solo dal punto di vista sportivo, ma che vivo anche sotto l’aspetto filosofico e spirituale.